Blog

Lenti Occupazionali e lavoro d’ufficio

Posted by:

Lenti Occupazionali e lavoro d’ufficio

L’organo della vista, solo rispetto a dieci anni fa, ha triplicato le sue applicazioni e il suo stress funzionale; un tempo si leggeva, si scriveva, si studiava sempre molto, ma il materiale cartaceo e la scrivania con tutti i suoi accessori, erano i mezzi di lavoro più comuni e così anche le distanze di utilizzo dell’organo della vista erano piuttosto standardizzate per consentire in maniera ottimale la visione prevalente da vicino.

a

Oggi l’informatica moderna racchiude tutto il materiale necessario per la gestione di un ufficio e del proprio lavoro; questo ha modificato tutto il macro e il micro ambiente lavorativo in senso tecnico e architettonico ed ha conseguentemente apportato soprattutto enormi modifiche al lavoratore videoterminalista o professionista che ha dovuto adeguarsi rapidamente ad un modo di interazione uomo-macchina cui non era per nulla geneticamente abituato.

Ottimizzare una correzione visiva, individuare le correzioni adeguate, scegliere i materiali migliori, non significa solo vedere meglio, ma compiere un investimento clinico per i propri occhi, ottimizzare l’aspetto posturale visivo e generale, migliorare la resa visiva e soprattutto evitare di andare incontro a situazioni di sforzo visivo e neuromuscolare che, in alcuni casi nel tempo, possono dar luogo a vere e proprie patologie croniche.

b
Spesso un occhiale solo da lettura non è l’ideale per il lavoro al videoterminale; questo consente una buona visione leggendo o scrivendo, ma quando si alza la testa per vedere la scrivania, il monitor del pc o il collega della postazione a fianco è difficile mettere a fuoco bene le immagini; o ancora si hanno difficoltà durante una riunione a guardare e riguardare i documenti e poi il proprio interlocutore. Tutto ciò crea disagio, un continuo riassetto e stress posturale e visivo, una continua modifica di atteggiamenti atti a ricercare, spesso invano, le migliori condizioni visive, per evitare anche tensioni nei tratti testa collo e spalle, distretti coinvolti negli stressanti giochi posturali alla scrivania con conseguenze nel tempo non sempre di facile e rapida risoluzione.
Tutto questo può causare tensione cervicale, rigidità alla schiena, cefalea, senso di vertigine, senso di secchezza alle mucose, senso di corpo estraneo oculare, bruciori, lacrimazione, occhi arrossati e talvolta momenti di offuscamento e difficoltà nella messa a fuoco per lontano e per vicino.

Per i pazienti ultraquarantenni affetti da presbiopia, in altre parole chi ha difficoltà a mettere a fuoco oggetti posti a breve distanza, esiste il dilemma di scegliere gli occhiali più idonei per facilitare il lavoro ed avere una visione confortevole sia a breve, sia a media sia a lunga distanza.
In molti all’inizio tendono ad utilizzare gli occhiali da lettura anche per altre mansioni e lavorare al computer, ma basta poco per comprendere che non sono la soluzione ideale.
Spesso anche un classico occhiale progressivo non risulta essere la soluzione perfetta per il lavoro d’ufficio. Può, infatti, consentire di vedere chiaramente a distanze diverse, ma il campo visivo a corto e medio raggio spesso è troppo limitato in senso orizzontale per un prolungato lavoro a distanza ravvicinata.

e

Il più delle volte esiste una soluzione al problema, detta lente occupazionale o office, studiata appositamente per una corretta e comoda applicazione posturale e visiva a corto e medio raggio, che risulta ideale per soddisfare le necessità visive al videoterminale ed al lavoro di scrivania e di riunione in generale. È una lente intermedia che si pone tra l’occhiale da lettura normale e la lente progressiva classica, ideale per tutti coloro che per un certo numero di ore continuative devono svolgere attività ad una stessa postazione, scrivania, videoterminale o tavolo riunioni.
Naturalmente è una lente che offre una ottimale resa visiva nel corto e medio raggio, più o meno dai 20 ai 70-80 centimetri, oltre i quali la sua funzione termina.

Scan the QR Code

Articoli correlati:

  • Nessun Articolo correlato
0
Dr. Roberto Lietti

About the Author:

Dr. Roberto Lietti - Medico Chirurgo - Specialista in Oculistica - Email: r.lietti@bluvision.net
Go To Top
Per qualsiasi informazione o chiarimento, non esitare a contattarci. L'Ambulatorio Oculistico Polispecialistico BLUVISION è a disposizione per ogni Tua necessità.
  • SCRIVICI